Aerobille

Aerobille

Le origini dell’aerobille

Aerobille è un gioco in legno che trova la sua storia nelle Ducasses du Nord, festival popolare annuale organizzato dai villaggi e dalle città del Belgio e del Nord della Francia. Possiamo tradurre il termine ducasse con la fiera del divertimento. La parola ducasse nel nord è la giostra, la fiera del divertimento ma spesso anche la festa del villaggio!
Per quanto l’origine dell’aerobille sia incerta, secondo alcuni documenti risulta che sia nato nel 18° secolo. Era particolarmente usato nelle taverne nel nord della Francia, ma si trovava anche nelle sale da gioco olandesi e belghe. La storia narra che l’Aerobille gioco è stato utilizzato nelle Ducasses (area fieristica del Nord) dove i clienti potevano scegliere se comprare biglietti per giocare 5 biglie o biglietti per giocare 10 biglie. Ecco perché ci sono posizioni numerate per ogni palla di legno. A seconda dei punti accumulati dal giocatore durante una partita, i clienti potevano accedere a determinati premi.

Regole del gioco

Aerobille si gioca in due giocatori che si alternano al tiro, ma nulla vieta di sfidarsi anche tra un maggiore numero di giocatori, segnando i punteggi su dei tabelloni. Così come può essere giocato in solitario, sfidando le proprie capacità.
Ognuno ha a disposizione cinque sfere del colore prescelto, bianche o nere. Il gioco consiste nel lanciare con la mano le sfere nel corridoio di lancio posizionato a sinistra, cercando di farla entrare nella corsia con il punteggio più alto. Esistono versioni in cui il lancio viene effettuato per mezzo di una stecca da biliardo.
Se la palla lanciata ricade nel corridoio di lancio, può essere lanciata una seconda volta. Ma se dopo il secondo tentativo ricade nuovamente nel corridoio di lancio, la palla conta per zero punti e viene posizionata nella corsia corrispondente.
Il giocatore con il punteggio più alto sarà il vincitore.

Per vedere come si gioca, nella versione con la stecca da biliardo, guardate il video.


>> Giochi tradizionali in legno