Push roll

Push roll

Origini del push roll

Push roll, letteralmente sfera rotolante, prende origini dal gioco del quindici, un rompicapo classico creato nel 1874 da Noyes Palmer Chapman, postino in servizio a Canastota. Fu però reso popolare nel 1880 da Samuel Loyd. Il gioco originale consiste di una tabellina di forma quadrata divisa in quattro righe e quattro colonne (quindi 16 posizioni), su cui sono posizionate 15 tessere quadrate, numerate progressivamente a partire da 1.
Le tessere possono scorrere in orizzontale o verticale, ma il loro spostamento è ovviamente limitato dall’esistenza di un singolo spazio vuoto. Lo scopo del gioco è riordinare le tessere dopo averle “mescolate” in modo casuale (la posizione da raggiungere è quella con il numero 1 in alto a sinistra e gli altri numeri a seguire).

Push roll somiglia al gioco del quindici per il movimento delle sfere, che possono solo essere spostate in verticale o orizzontale di una posizione alla volta, cioè quella lasciata libera dalla sfera mancante.

Regole del gioco

I 2 giocatori si dispongono ognuno davanti al proprio campo di gioco, disponendo le 4 sfere nere al centro e le altre attorno lasciando libera la casella in basso a destra.
Si inizia contemporaneamente muovendo le sfere una alla volta in orizzontale o verticale di una posizione, utilizzando una sola mano. Velocità, abilità e intelligenza saranno fondamentali per portare le 4 sfere nere ai 4 vertici del campo di gioco, più velocemente dell’avversario.


>> Giochi tradizionali in legno