Mappa sensoriale tattile

Posted by: | Posted on: Settembre 15, 2019

Le differenti parti del corpo reagiscono diversamente al tatto, alcune sono più sensibile altre meno. Questo dipende dalla quantità di cellule sensoriali che si trovano all’interno del tessuto epidermico: maggiore è la loro densità, maggiore sarà la sensibilità al tatto.
Una semplice prova empirica la potete fare toccando diverse parti del corpo con le punte di due stuzzicadenti serrati l’uno con l’altro. Nel caso la persona esaminata senta due “punture” allora la sensibilità è alta, nel caso ne senta solamente una la sensibilità è minore, e si potrà provare a toccare nuovamente la zona sottoposta a test divaricando leggermente le punte degli stuzzicadenti. Facendo questo esperimento in classe ho provveduto a costruire dei semplici blocchetti di legno con 5 buchi in cui infilare gli stuzzicadenti, di modo da avere delle distanze standard uguale per tutti.
La scheda che potete scaricare in fondo all’articolo, che trovate in piccolo anche nella “Scheda appunti per il progetto didattico cinque sensi“, vi permetterà di fare annotare le diverse sensibilità mappate nelle differenti parti del corpo. Segnate il numero 1 della zona interessata nel caso l’alunno senta due punzecchiature con la minima apertura degli stuzzicadenti (e non tornate su questa zona); segnate 2 se l’alunno sente due punzecchiature allargando leggermente le punte (e non tornate su questa zona) ; segnate 3 se l’alunno sente due punzecchiature allargando ancora di più le punte e così via.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *